Con decreto del Direttore Generale del personale e della formazione dell’11 dicembre 2020, pubblicato in G.U. n. 96 dell’11 dicembre 2020, il Ministero della Giustizia ha indetto il concorso pubblico per l’assunzione di 2.700 unità di personale per il profilo di cancelliere esperto.

Nonostante il Ministero abbia correttamente disposto il ricorso alle modalità di svolgimento del concorso semplificate previste dal c.d. “Decreto Rilancio” (decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77), la normativa di riferimento non appare pienamente rispettata dal bando.

Tra i requisiti essenziali per l’ammissione alla procedura concorsuale, infatti, l’art. 2 del bando richiede, oltre al possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado, anche il possesso di almeno uno tra i seguenti requisiti:

  • aver prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno tre anni;
  • aver svolto le funzioni di magistrato onorario per almeno un anno;
  • essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati per almeno due anni consecutivi;
  • aver svolto attività di docenza in materie giuridiche presso scuole secondarie di secondo grado per almeno cinque anni;
  • aver prestato servizio nelle forze di polizia in determinati ruoli per almeno cinque anni.

Per la partecipazione, dunque, si richiede il possesso di requisiti ulteriori rispetto a quelli previsti dal Legislatore, senza i quali non è consentito accedere alla procedura.

Tale aggravio delle condizioni di partecipazione al concorso non trova fondamento in alcuna previsione normativa e comporta l’ingiusta esclusione dalla procedura di un gran numero di soggetti interessati.

Sussistendo i presupposti per poter validamente richiedere al Giudice amministrativo la necessaria tutela per i soggetti esclusi, sono aperte le adesioni al RICORSO COLLETTIVO che sarà presentato entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando.

È possibile pre-aderire all’iniziativa entro il 22 gennaio 2021 compilando il sottostante modulo dati.

La quota di partecipazione potrà variare tra euro 100 ed euro 200, in base al numero dei partecipanti.

 

MODULO DATI

    * Si autorizza al trattamento dei dati personali ai sensi del D.lgs. 196/2003.