PERSONALE MILITARE ‐ SANZIONI DISCIPLINARI

L’inosservanza accertata di qualsiasi dovere connesso con il particolare status di militare comporta l’applicazione di sanzioni civili, penali, amministrative e/o disciplinari.

Tali sanzioni non si escludono a vicenda, in quanto esplicano la propria azione in ambiti differenti, tutelando interessi giuridici diversi.

Può quindi ben essere sanzionato, nell’ambito amministrativo, un comportamento per il quale sia stata già inflitta una sanzione in sede penale; in particolare, le sanzioni disciplinari militari ineriscono a quel genere di responsabilità derivante dall’inosservanza delle norme attinenti allo stato di militare in relazione ai compiti istituzionali delle Forze Armate.

Secondo l’art. 1346 del Codice, la disciplina militare costituisce regola fondamentale per i cittadini alle armi, quale principale fattore di coesione e di efficienza.

I militari sono tenuti all’osservanza delle norme attinenti al proprio status in relazione ai compiti istituzionali delle Forze Armate e alle esigenze che ne derivano. Per disciplina militare si intende, dunque, quell’insieme inscindibile di norme che stabiliscono doveri di comportamento e sanzioni finalizzate ad assicurare la realizzazione di tali doveri.

Per il conseguimento e il mantenimento della disciplina vengono determinate le posizioni reciproche del superiore e dell’inferiore, le loro funzioni, i loro compiti e le loro responsabilità.

Da ciò discendono il principio di gerarchia e, quindi, il rapporto di subordinazione e il dovere dell’obbedienza.

Il Militare deve osservare, con senso di responsabilità e consapevole partecipazione, tutte le norme attinenti alla disciplina e ai rapporti gerarchici, costituendo infrazione disciplinare qualunque azione, manifestazione, atteggiamento che sia incompatibile con i principi e i doveri che debbono informare la vita degli appartenente agli Ordinamenti militari.

All’applicazione delle sanzioni disciplinari si fa luogo, previo accertamento delle responsabilità, nel contesto di apposito procedimento.

Lo Studio Legale Celli fornisce consulenza e assistenza legale al personale militare sottoposto a procedimento disciplinare.

Oltre all’assistenza legale stragiudiziale, lo Studio è in grado di fornire assistenza giudiziale in caso di applicazione di:

  • sanzioni disciplinari di stato (contemplate negli articoli 1357 Codice dell’ordinamento militare);
  • sospensione disciplinare dall’impiego da uno a dodici mesi;
  • sospensione disciplinare dalle funzioni del grado da uno a dodici mesi;
  • cessazione dalla ferma o dalla rafferma per grave mancanza disciplinare o grave inadempienza ai doveri del militare;
  • perdita del grado per rimozione.

Sanzioni militari di corpo (contemplate negli articoli 1357 Codice dell’ordinamento militare):

  • richiamo;
  • rimprovero;
  • consegna;
  • consegna di rigore.

Invia una richiesta